SUPERBONUS 80% TURISMO: sostegno economico per hotel e strutture ricettive

Il Ministero del Turismo ha annunciato le modalità di erogazione dei crediti d’imposta e dei contributi a fondo perduto indirizzati al settore turistico.

Il l D.L n. 152 DEL 6 Novembre 2021 ha reso note le norme e le spese ammissibili per la concessione degli interventi in termini di riqualificazione energetica, sostenibilità ambientale e innovazione digitale. Il credito di imposta dell’80% sarà cedibile e non concorrerà alla formazione del reddito. A tale misura sono destinati 500 milioni di euro.

I soggetti ammessi alla richiesta de credito d’imposta e del contributo a fondo perduto sono:

Imprese alberghiere;
Strutture che svolgono attività agrituristiche;
Strutture ricettive all’aria aperta;
Strutture turistiche, ricreative, fieristiche e congressuali;
Porti turistici;
Stabilimenti balneari;
Complessi termali;
Parchi tematici;
I beneficiari potranno accedere a due forme di incentivo: il credito d’imposta riconosciuto fino all’80% delle spese ammissibili e il contributo a fondo perduto non superiore al 50% delle spese sostenute per gli interventi. In questo caso, l’importo massimo concesso è pari a 40.000 euro. Nei casi in cui si tratta di investimenti di digitalizzazione, imprese femminili o attività del sud Italia, l’importo può raggiungere cifre maggiori.

Il Ministero del Turismo ha messo a disposizione un documento che riporta le spese riconosciute relative al superbonus 80%:

Interventi in termini di efficienza energetica. Verranno prese in considerazione la sostituzione degli infissi, la fornitura di sistemi di schermatura solare, impianti di climatizzazione e installazione di sistemi di building automation;

Interventi e acquisto di beni destinati alla riqualificazione antisismica;
Interventi di eliminazione delle barriere architettoniche come pavimenti, impianti tecnologici, elettrici e di domotica, serramenti interni, rifacimento di scale, ascensori, rampe e impianti igienico-sanitari adeguati per ospitare soggetti diversamente abili;
Opere edilizie come demolizioni, ricostruzioni, ripristino, sostituzione e installazione di pavimenti, infissi, serramenti ed altro;
Realizzazione e ristrutturazione di piscine termali e delle sezioni di supporto alle attività balneo termali;
Interventi di digitalizzazione quali acquisti di router, impianti wifi, dispositivi, licenze, programmi e software;
Acquisto di beni mobili e componenti di illuminotecnica;
Spese per consulenze e prestazioni professionali indirizzate alla realizzazione degli interventi e allo sviluppo della documentazione e degli attestati;